PASSIONE, TRADIZIONE, FAMIGLIA

Storia di un professore che s’innamorò della campagna

Tutto è iniziato da questi tre ingredienti, nel 1903. In quell’anno il professor Gian Pietro Piana lasciò l’università di Milano, dove insegnava, per trasferirsi nel verde delle colline di Castel San Pietro, vicino a Bologna.

Quello tra lui e la campagna emiliana fu un vero colpo di fulmine, e tra frutteti ed erbe aromatiche iniziò con il figlio Gaetano a studiare le api. Si rese presto conto che le api italiane avevano doti particolari ed erano più docili e produttive delle altre api europee. Nacque così Apicoltura Piana, una realtà autorevole riconosciuta anche oltreoceano per le sue api regine italiane.

PASSIONE, TRADIZIONE, FAMIGLIA

Storia di un professore che s’innamorò della campagna




Tutto è iniziato da questi tre ingredienti, nel 1903. In quell’anno il professor Gian Pietro Piana lasciò l’università di Milano, dove insegnava, per trasferirsi nel verde delle colline di Castel San Pietro, vicino a Bologna.

Quello tra lui e la campagna emiliana fu un vero colpo di fulmine, e tra frutteti ed erbe aromatiche iniziò con il figlio Gaetano a studiare le api. Si rese presto conto che le api italiane avevano doti particolari ed erano più docili e produttive delle altre api europee. Nacque così Apicoltura Piana, una realtà autorevole riconosciuta anche oltreoceano per le sue api regine italiane.


Nel dopoguerra i fratelli Piana ripresero l’attività e l’allevamento delle api regine crebbe ancora e ancora.
Nei primi anni ‘50 Apicoltura Piana era già diventata una delle maggiori aziende italiane del settore con le sue varie attività: allevamento ed esportazione di api regine, apicoltura nomade con produzione di miele, fabbricazione di fogli cerei.

Grazie all’intuito di Giulio Piana e soprattutto alle sue competenze l’azienda continuò a crescere, allargando l’attività anche al confezionamento di miele.
Negli anni ’70 Giulio e l’Apicoltura Piana rappresentano un fondamentale punto di riferimento del mondo apistico.
Negli anni ’90 i volumi e il fatturato dell’azienda crebbero in modo molto significativo, posizionando l’Apicoltura Piana ai vertici del settore.

Ancora oggi si trova proprio lì, protagonista appassionata e ammirata nel mondo del miele.

Nel dopoguerra i fratelli Piana ripresero l’attività e l’allevamento delle api regine crebbe ancora e ancora.
Nei primi anni ‘50 Apicoltura Piana era già diventata una delle maggiori aziende italiane del settore con le sue varie attività: allevamento ed esportazione di api regine, apicoltura nomade con produzione di miele, fabbricazione di fogli cerei.

Grazie all’intuito di Giulio Piana e soprattutto alle sue competenze l’azienda continuò a crescere, allargando l’attività anche al confezionamento di miele.
Negli anni ’70 Giulio e l’Apicoltura Piana rappresentano un fondamentale punto di riferimento del mondo apistico.
Negli anni ’90 i volumi e il fatturato dell’azienda crebbero in modo molto significativo, posizionando l’Apicoltura Piana ai vertici del settore.

Ancora oggi si trova proprio lì, protagonista appassionata e ammirata nel mondo del miele.

SCOPRI I MIELI DI PIANA MIELE

squeeze_gamma_def
SQUEEZE
SCOPRI
filiera_gamma_def
FILIERA
SCOPRI
classico_gamma_def
CLASSICO
SCOPRI
selezioni_gamma_def-300x300_2
SELEZIONI
SCOPRI